Come si usa un goniometro

Ciao Tommaso

anche questo articolo è per te.

Il goniometro è uno strumento che permette di misurare l’ampiezza di un angolo

Goniometro circolare in plastica trasparente

Tutto intorno sono segnate le tacche dei gradi, 360 in tutto (360° è un angolo giro).

C’è una doppia numerazione, quella esterna, più vicina al bordo, si legge da sinistra verso destra in senso orario, quella interna si legge da destra a sinistra in senso antiorario.

Al centro del goniometro c’è un buco o un segno di + da sovrapporre all’origine dell’angolo

Nel caso di un angolo piatto (180°) è più semplice mostrare come non cambi il risultato leggendo in senso orario o antiorario

Misurare un angolo piatto (180°)

L’angolo rosso è un angolo piatto, se appoggio il goniometro con il foro sull’origine e posiziono lo 0° (esterno) sul lato sinistro, leggendo la scala esterna in senso orario vedo che l’angolo finisce a 180°.

Se invece appoggio il goniometro con il foro sull’origine e posiziono lo 0° (esterno) sul lato sinistro, leggendo la scala interna in senso antiorario vedo che l’angolo finisce a 180°.

E’ un angolo piatto, non cambia il risultato.

Se invece devo calcolare un angolo acuto azzurro

Calcolare un angolo acuto

devo posizionare il goniometro in maniera diversa se voglio leggere in senso orario o antiorario. In senso orario

leggere un angolo acuto in senso orario

il foro si pone sull’origine, lo 0° sul lato di sinistra (in alto in questo caso), leggo la scala esterna, 30°

ma se preferisco leggere in senso antiorario

lettura di un angolo acuto in senso antiorario

metto il foro sull’origine e la tacca dei 180° sul lato destro, poi leggo la scala interna, sempre 30°

Ci si può sbagliare all’inizio tra i numeri esterni e quelli interni, in caso di dubbio su quale sia il numero da leggere basta prendere come riferimento un angolo retto, cioè un’ ampiezza di 90°, un angolo acuto è meno ampio di un angolo retto, il suo valore deve essere per forza più piccolo di 90°

Angolo retto 90°

Angolo di 30° , 1/3 di angolo retto

150° o 30°? un angolo acuto è più piccolo di 90°

quindi tra 150° e 30° può essere solo 30°

Riassumiamo

se voglio leggere la scala esterna vicino al bordo devo posizionare lo zero sul lato sinistro e leggere a destra il risultato.

Non sono a conoscenza di goniometri con una sola scala di lettura e mettere una seconda tacca di lettura più interna può confondere visivamente i bambini ancora di più. E’ più utile memorizzare visivamente le ampiezze ma se un bambino avesse bisogno di leggere un goniometro in senso antiorario (da destra a sinistra come capita a parecchi DSA) e leggere i numeri esternamente suggerisco di preparare un disegno di un cerchio con tutte le tacche ed i numeri da destra a sinistra e poi fotocopiarlo su acetato in modo che il foglio possa essere sovrapposto a libri e quaderni.

Promemoria delle ampiezze

360°

Un angolo giro vale 360°

180°

angolo piatto 180°

90°

Angolo retto 90°

45°

metà di un angolo retto, angolo a 45°

30°

Angolo di 30° , 1/3 di angolo retto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *