Ultimate ! Avete abbastanza voglia di divertirvi?

Come promesso, per Muoversi 2016 ho una gran voglia di presentarvi un bel po’ di sport meno conosciuti ma veramente divertenti ed appaganti.

schermata-2016-10-03-alle-00-40-31

Avete mai usato un flying disc?

In Italia lo chiamiamo frisbee. Non è un gioco, non è un attrezzo, è un mondo.

La FIFD Federazione Italiana Flying Disc menziona ben 10 discipline diverse che si possono praticare utilizzando un disco volante . 

Ultimate

Freestyle

Guts

Disc Golf

DDC = Double Disc Court

Discathon

Precisione

Distanza

MTA = Maximum Time Aloft

TRC = Throw Run & Catch

alle quali si possono aggiungere altri numerosi giochi in compagnia del proprio cane.

 

Quindi con un disco volante posso cimentarmi da solo, in coppia e in gruppo, giocando per raggiungere una capacità, una meta, la vittoria facendo più punti della squadra avversaria.

Questo mondo ha spazi più o meno ampi tutti da conoscere ed è uno dei migliori sistemi per poter fare pratica con il territorio, perché quasi tutte le discipline si giocano all’aperto, in alcuni casi con ostacoli da superare o bersagli da colpire/mete da raggiungere.

Bisogna capire come lanciare, come prendere, come stare in equilibrio e come fare gioco di squadra.

Bisogna fare proprio ogni concetto di FairPlay perché si gioca per stare bene insieme e non c’è l’arbitro. Adoro gli sport dove il FairPlay è così sentito ed importante. Questo nuovo mondo ha bisogno di giovani che vogliano con tutte le loro forze dimostrare che si vive benissimo nel rispetto reciproco.

 

Ci tengo in particolare modo a farvi conoscere l’Ultimate che si pratica principalmente nell’Italia del Nord e del Centro in queste città:

Torino, Milano, Como, Bergamo, Brescia, Cremona, Budrio, Verona, Padova, Venezia, Trento, Parma, Imola, Bologna, Forlì, Rimini , Casalecchio, Prato, Viareggio  e Fano

La UFFA Ultimate Frisbee Fano Association è un’associazione che dal 2001 promuove l’Ultimate nelle Marche e si da un gran da fare per far conoscere lo sport sul territorio, sia per i giovanissimi sotto i 20 anni sia per gli adulti, partecipando ai tornei in Italia e all’estero con le sue quattro squadre: Angry gulls (under 20), Croccali (mista maschile e femminile), Mirine (femminile) e Spaccamadoni (maschile). Si allenano e giocano 3 volte alla settimana dalle 19 alle 21 presso il campo sportivo del Don Orione.

Le Mirine di Fano  hanno vinto quest’anno il campionato italiano  femminile di Ultimate 🙂 , mentre i Croccali lo vincono da ben tre anni di fila nella categoria squadre miste.

Il campo da gioco è lungo quanto quello da calcio e largo circa la metà, alle estremità ci sono le zone per la meta. Si gioca sette contro sette, ogni giocatore e abbinato ad un giocatore della squadra avversaria in attacco e in difesa in base a quale squadra in quel momento è in possesso del frisbee. Si segna il punto passando il frisbee ad un compagno già posizionato nella zona di meta. I lanci vengono effettuati dal giocatore che può muoversi solo ruotando sul suo “perno”, scartando e passando alla sx, alla dx o in alto il giocatore avversario. La ricezione si effettua in corsa.

Le regole sono semplici ma bisogna vedere le squadre in azione per apprezzarne il gioco, così abbiamo chiesto alla Uffa di realizzare un breve filmato durante i loro allenamenti.

 

Ho voluto inserire l’Ultimate tra gli sport che favoriscono la propriocezione perché permette di esercitarsi e sbloccare diverse parti del corpo muovendosi nello spazio. Il frisbee ruota e vola al meglio grazie alla rotazione che con il polso riusciamo ad imprimergli. Come ci ha mostrato Tobias nel video, quando si lancia cambia la posizione del corpo, del braccio, del polso e la presa del disco volante.

schermata-2016-10-03-alle-00-11-42schermata-2016-10-03-alle-00-09-20  

schermata-2016-10-03-alle-00-13-01 schermata-2016-10-03-alle-00-14-47

schermata-2016-10-03-alle-00-13-01  schermata-2016-10-03-alle-00-16-31

E’ importantissima anche la ricezione che costringe il giocatore a concentrarsi sulla posizione ed altezza del disco, senza sottovalutare la velocità di volo e la propria in corsa.

Imparare a muoversi e a smarcare l’avversario è un’ottima palestra per concepire il proprio corpo, in attacco e in difesa, rispetto a quello dell’avversario, senza travolgerlo e senza stargli troppo distante.

schermata-2016-10-03-alle-00-18-04

schermata-2016-10-03-alle-00-19-21

schermata-2016-10-03-alle-00-20-06

 

Se volete provare questo sport cercate il gruppo a voi più vicino, per Fano potete contattare la UFFA  info@fanodisc.com  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *